Da Mozart a Rossini

Dom 28 Gen
28 Gennaio 2024 18:00 Teatro Rossini, Pesaro

Da Mozart a Rossini

Paolo Tagliamento violino

Riccardo Gagliardi pianoforte

Domenica 28 gennaio (ore 18) spazio ai talenti musicali della nuova generazione. L’appuntamento Da Mozart a Rossini vede infatti protagonista il duo composto da due giovani e già affermati musicisti: il violinista Paolo Tagliamento e Riccardo Gagliardi al pianoforte. I due artisti si esibiranno in un programma di grande bellezza che, partendo dalla forma classica delle Sonate di Wolfgang Amadeus Mozart e dell’elegia dedicata a Paganini dai Péchés de vieillesse di Gioachino Rossini, prosegue con il repertorio a cavallo tra classicismo e romanticismo con l’esecuzione della Sonata “La Primavera” di Ludwig van Beethoven e della Sonata op. 137 di Franz Schubert.

Programma

Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791)
Sonata per violino e pianoforte n. 18 in sol magg., K1 301 (K6 293a)

I. Allegro con spirito
II. Allegro

Sonata per violino e pianoforte n. 19 in mi bem. magg. (K 302/293b)

I. Allegro
II. Andante grazioso

Gioachino Rossini (1792-1868)
“Un mot á Paganini” da Péchés de vieillesse Vol. IX, Album pour piano, violon, violoncello, harmonium et cor

Franz Schubert (1797-1828)
Sonata n. 1 in re magg. per violino e pianoforte, op. 137 n. 1, D. 384

I. Allegro molto
II. Andante
III. Allegro Vivace

Ludwig van Beethoven (1770-1827)
Sonata per violino e pianoforte n. 5 in fa magg., op. 24 “La Primavera”

I. Allegro
II. Adagio molto espressivo
III. Scherzo. Allegro molto
IV. Rondò. Allegro ma non troppo

Paolo Tagliamento

Nato a Conegliano nel 1997, si diploma a 15 anni con 10, lode e menzione speciale al Conservatorio “G. Verdi di Milano sotto la guida di Maria Caterina Carlini.

Nel 2015 conquista il Primo Premio al Concorso Internazionale di Violino “Premio Rodolfo Lipizer” di Gorizia, diventando il primo ed unico vincitore italiano nella storia del concorso dal 1982.

Negli anni 2013-2014 studia presso l’Accademia Chigiana di Siena e l’Accademia Walter Stauffer di Cremona con Salvatore Accardo. Dal 2014 al 2017 si perfeziona alla Escuela Superior de Música Reina Sofía di Madrid con la Prof.ssa Ana Chumachenco, una dei massimi esponenti del violinismo internazionale, con una borsa di studio gentilmente offerta da John Elkann –  FIAT. Dal 2017 continua a perfezionarsi con la Prof.ssa Ana Chumachenco presso la Hochschule für Musik und Theater di Monaco di Baviera, dove consegue il Master in Violino ed un Master Solistico.

Ha all’attivo numerosi concerti in Europa, Asia e Australia presso importanti stagioni e festivals internazionali, collaborando con diverse orchestre, tra cui i celebri “Solisti di Mosca” sotto la direzione del M° Yuri Bashmet. È stato ospite del Parlamento Europeo e delle ambasciate di Bruxelles e Colombo (Sri Lanka), dove ha tenuto concerti come solista, alla presenza dei rispettivi ambasciatori. Ha partecipato a trasmissioni televisive sulle principali reti RAI ed è ospite di diverse reti TV e radio locali.

A inizio 2020 ha svolto una importante tournée australiana presso festivals internazionali, riscuotendo successo di pubblico e di critica come solista, in formazioni cameristiche e in duo col chitarrista Massimo Scattolin, con il quale ha lanciato al pubblico d’oltreoceano il loro primo CD come duo stabile. Insieme hanno all’attivo concerti in Italia e Germania. Nel 2021 debutta con la celebre Venice Baroque Orchestra diretta da Andrea Marcon, sotto la cui direzione artistica realizza nel 2022 und CD con l’integrale delle Sonate di Brahms per la Fondazione Cariverona.

Nel maggio 2023 vince il terzo premio come Trio Michelangeli all’Osaka International Chamber Music Competition. È “artista in residence” del 2023 a Verona presso la rinomata orchestra “I Virtuosi Italiani”, con i quali ha un rapporto di stabile collaborazione.

Da alcuni anni ha l’onore di ricevere la stima ed i consigli artistici del grande violinista italiano Uto Ughi.

Suona un violino Pietro Giacomo Rogeri del 1701 detto “il Milanollo”, gentilmente concesso dalla Fondazione Pro Canale di Milano, ed utilizza le corde Dogal, marca prestigiosa di corde italiane, da generazioni prodotte a mano dalla stessa famiglia veneziana, di cui si fa testimonial.

Riccardo Gagliardi

Riccardo Gagliardi nasce a Grosseto nel 1997 da genitori entrambi pianisti; riceve le sue  prime lezioni all’età di 15 anni da suo padre Alessandro, docente presso il Conservatorio di Musica  “F. Morlacchi” di Perugia e riceve anche lezioni private dal M° Piernarciso Masi a Siena. Negli anni 2014/2015 suona in duo con la pianista Marianna Tongiorgi e come solista in importanti località italiane  (Firenze, Pistoia, Napoli, Catania, Capri, Livorno, Siena, Lecco ecc). Dal 2014 frequenta il  corso triennale di direzione d’orchestra presso l’Accademia “Incontri con il maestro” di Imola (BO)  con il M° Marco Boni, direttore della Concertgebow Chamber Orchestra, e fonda l’orchestra  da camera “Amadeus” a Grosseto (2015).  

Si diploma nel 2020 con il massimo dei voti in Pianoforte ad indirizzo  concertistico presso la Hochschule fur Musik und Theater di Monaco di Baviera con la prof.ssa Margarita Höhenrieder-Dornier, insegnante con la quale sta attualmente frequentando il Master e della quale è diventato assistente principale, e dove tiene regolarmente numerosi concerti come solista (tra cui nell’Orlandosaal di Germering e nella  Steinway House di Monaco) e in complessi cameristici.  

Frequenta alti corsi di perfezionamento nel 2018 con M. Johann Schmidt presso l’Academie  d’ètè du Gran Paris a Parigi e con M. Andras Schiff presso l’Hochschule di Monaco di Baviera, nel 2019  e 2020 con M. Ingo Dannhorn presso il Castello di Saliceto (CN).  

E’ protagonista del panorama musicale internazionale suonando in rinomati festival Europei e in prestigiosi teatri come solista (Orpheus Festival in Olanda, Parkstadt Limburg Theater a Kerkrade, Ballsaal di Aquisgrana, Museu Municipal di Bucarest ecc.) e con orchestre (Orchestra filarmonica di Bacau “Mihail Jora”, Orchestra da camera di Aquisgrana, Orchestra del conservatorio di Livoreo ecc.)

Riccardo Gagliardi è vincitore di numerosi premi nazionali ed internazionai, tra cui: primo premio assoluto al concorso internazionale Lagny-Sur-Marne 2018 (Parigi, categoria “Jeune”), quattro premi in tre edizioni (4 °, 2 °, 1° premio e premio speciale per la migliore esecuzione di una sonata classica) al concorso internazionale “San Donà  di Piave” (Venezia), terzo Premio al concorso internazionale “Harald Genzmer” di Monaco,  primo premio al concorso nazionale “Città di Piove di Sacco”, secondo premio al concorso internazionale “Premio Sergio Cafaro” di Roma, nonchè il 2° premio al “MozARTe International Piano Competition” di  Aquisgrana, terzo premio all'”Orbetello International Piano Competition”, terzo premio al concorso internazionale “Delia Steinberg” di Madrid, secondo premio al concorso internazionale “Maria Giubilei”, primo premio al concorso nazionale “Città di Riccione”, secondo premio al concorso internazionale “Premio Sergio Cafaro” di Roma, premio speciale della giuria al “Youth of Music International Competition” a Bucarest, primo premio al “Massarosa International Piano Competition”, primo premio al “Amigdala International Piano Competition”.

Dal 2022 è il pianista del Trio Michelangeli.

Tutti i concerti della stagione

Top