52ª Stagione Concertistica 2011-12 Ente Concerti Pesaro - Teatro Rossini Pesaro
NOVEMBRE 2011
Venerdì 18 novembre 2011, ore 21,00

ORCHESTRA FILARMONICA MARCHIGIANA
Enrico Pace pianoforte
Giampaolo Bisanti direttore

Musiche:
T. Tesei: Canone sinfonico (Omaggio a Liszt)
F. Liszt: Concerto per pianoforte e orchestra n. 1; Totentanz (parafrasi del "Dies Irae") per pianoforte e orchestra, S 126
C. Saint-Saëns: Danse macabre, poema sinfonico op. 40
F. Liszt: Les préludes (d'après Lamartine), poema sinfonico S 97

• La Stagione inizia con una grande orchestra e un portentoso solista nel nome di Liszt, considerato non solo come pianista trascendentale e ideatore di nuove forme sinfoniche, ma anche ispiratore di musiche di oggi, come il brano di Tesei. Oppure come ‘bersaglio’ per il delizioso sarcasmo ‘alla francese’ di Saint-Saëns.
Mercoledì 30 novembre 2011, ore 21,00

ORCHESTRA FILARMONICA MARCHIGIANA
UTO UGHI violino
DAVID CRESCENZI direttore

Musiche:
L. v. Beethoven: Concerto per violino e orchestra in re magg., op. 61
L. v. Beethoven: Sinfonia n. 1 in do magg., op. 21

• Un binomio di grande fascino al Rossini: Uto Ughi, tra i più celebri ed osannati violinisti del mondo e il Concerto in re di Beethoven, tra le pagine più complesse ed amate del repertorio. Tutto per una grande serata di musica che, dopo una perla mozartiana, si conclude nella fantasmagoria del barocco rivisitato.
inizio pagina
dicembre 2011
Sabato 17 dicembre 2011, ore 17.30

SPETTACOLO FUORI ABBONAMENTO

"NOTE DI SPERANZA 2011"  III EDIZIONE
CONCERTO ORGANIZZATO DAL ROTARY CLUB PESARO
IN COLLABORAZIONE CON L’ENTE CONCERTI DI PESARO


CORO LIRICO MARCHIGIANO "VINCENZO BELLINI"
ORCHESTRA FILARMONICA MARCHIGIANA

Simone Baiocchi DIRETTORE e maestro CONCERTATORE


Musiche:
Vincenzo Bellini: Norma, Sinfonia
Giuseppe Verdi: La battaglia di Legnano, Sinfonia - I Lombardi alla prima crociata, coro “Oh Signore, dal tetto natio”
Gioachino Rossini: Guglielmo Tell, Ouverture
Giuseppe Verdi: Macbeth, Preludio - Macbeth: coro “Patria oppressa” - I Vespri Siciliani, Sinfonia - Nabucco, Sinfonia - Nabucco: coro “Va’ pensiero”
Gioachino Rossini: Guglielmo Tell, Finale “ Tout change et grandit en ces lieux”

Il concerto verrà introdotto da Maria Chiara Mazzi

Il 150° dell’Unità d’Italia ispira questo appuntamento musicale, che è un concerto ‘guidato’ che si costruisce tra storia e musica, perché negli anni del Risorgimento tutto contribuiva a infervorare gli animi sul comune obiettivo: ogni coro chiedeva libertà e ogni sinfonia, con gli ottoni protagonisti, era un richiamo alla battaglia.
Se un compositore come Bellini (apparentemente ‘riservato’ e vissuto solo nella prima parte del Risorgimento) muove gli animi con la Norma, e Rossini (morto alla fine degli anni Sessanta del secolo) chiude il suo rapporto col melodramma nel 1829, ma con un capolavoro che inneggia alla libertà faticosamente riconquistata, è soprattutto il percorso artistico di Verdi a consentirci, come in pochi altri casi nella storia della musica, di ricostruire la vicenda storica e musicale di un intero secolo.
Il melodramma in Italia occupava ogni spazio musicale, in piazza (con le bande) in chiesa (con le musiche d’organo in stile ‘operistico), nei salotti e nelle sale da concerto (con le variazioni sui temi d’opera favoriti) e, ovviamente, nel suo luogo d’elezione, il teatro.
Ed era una vera e propria cartina di tornasole di tutto ciò che accadeva nella società: fu inevitabile, quindi, che un evento così straordinario, come l’epopea risorgimentale che portò alla formazione del regno d’Italia, avesse i suoi riflessi immediati nei soggetti delle opere e nelle musiche stesse contenute in quei grandi drammi veramente popolari. E fu proprio Verdi a dare a queste idee forma musicale grazie al più ‘popolare’ degli spettacoli, quel melodramma che, se nei teatri scaldava gli intellettuali, viveva però una vita tutta sua tra la gente, nei concerti delle Filarmoniche e delle Corali e nelle piazze di ogni più piccolo paese. Coro e orchestra insieme ripercorrono qui le tappe di un cammino musicale che, attraverso i grandi cori ‘risorgimentali’ e le più celebri sinfonie, che non può non passare dal “Va pensiero”, canto accorato di un popolo in catene e non terminare col Finale del Guglielmo Tell, ringraziamento conclusivo per la riconquistata libertà.
inizio pagina
GENNAIO 2012
Mercoledì 4 gennaio 2012, ore 21.00

Budapest MAV Symphony Orchestra
Carlo Pari pianoforte
Federico Mondelci direttore

Musiche:
M. Glinka: Russlan e Ludmilla, ouverture
P.I. Čajkovskij: Concerto per pianoforte ed orchestra n. 1 - Sinfonia n. 4

• Tutta Russia, in questo concerto. Protagonisti una prestigiosa orchestra ungherese, un direttore accreditato internazionalmente per la sua grande sensibilità e un giovane agguerritissimo virtuoso che daranno vita ad uno dei brani più amati del repertorio pianistico e ad una delle più struggenti sinfonie del romanticismo.
Domenica 8 gennaio 2012, ore 18.00

Balletto di Mosca

Musiche:
P. I. Čajkovskij: La bella addormentata
Coreografie di Marius Petipa
Solisti principali Anna Ivanova - Aleksander Alikin

• Non manca nella Stagione un appuntamento con la danza e con uno dei balletti più amati del Romanticismo. Protagonista una prestigiosa compagnia russa apprezzata nel mondo proprio per la perfetta realizzazione delle pagine più significative del repertorio del proprio paese.
Sabato 14 gennaio 2012, ore 21.00

ORCHESTRA FILARMONICA MARCHIGIANA
Donato Renzetti Direttore

Musiche:
C. Boccadoro: Royal Garden Music
E. Grieg: Peer Gynt, estratti dalle suites op. 46 e op. 55
P. I. Čajkovskij: Sinfonia n. 5

• Con la FORM compiremo un viaggio tra il patetico romanticismo russo di una delle sinfonie più celebri del repertorio e le suggestioni nordiche delle musiche di scena per il dramma di Ibsen. All’inizio, nello stile di un’ouverture barocca, la pagina scritta da Boccadoro per i giardini della reggia di Venaria.
Venerdì 27 gennaio 2012, ore 21.00 - concerto fuori programma
INGRESSO GRATUITO

In occasione della XII edizione del Giorno della Memoria, il Comune di Pesaro, la Prefettura di Pesaro e Urbino, la Provincia di Pesaro e Urbino e l'Ente Concerti propongono un evento al teatro Rossini a cura di Mu.S.A. musica spettacolo arte.

Giorno della Memoria. Olivier Messiaen

Il teatro Rossini accoglie l'esecuzione del quartetto scritto da Olivier Messiaen, compositore francese e professore al Conservatorio di Parigi, durante la prigionia nel campo di concentramento di Gorlitz.


Quartetto Messiaen :
Michele Torresetti violino
Luca Bacelli violoncello
Marco Messa clarinetto
Marco Vergini pianoforte

Sandro Cappelletto testo e drammaturgia
Tommaso Benvenuti voce narrante

Musiche:
Olivier Messiaen (1908-1992): Quatuor pour la fin du temps

Organizzatore:
Comune di Pesaro, Prefettura di Pesaro e Urbino, Provincia di Pesaro e Urbino, Ente Concerti di Pesaro, con il sostegno di Regione Marche e Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro

• Si tratta dell'esecuzione in forma integrale dell'opera di Olivier Messiaen (1908-1992) - compositore francese e professore al Conservatorio di Parigi - Quatuor pour la fin du temps. Il quartetto è stato composto da Messiaen durante la prigionia nel campo di concentramento di Gorlitz ed eseguito per la prima volta, sempre nel periodo di detenzione, il 15 gennaio del 1941 con i musicisti conosciuti durante la prigionia (un violoncellista, un violinista e un clarinettista).

Informazioni:
Tel 0721 387620 Teatro Rossini

Info Disabili:
Accesso disabili
Domenica 29 gennaio 2012, ore 18.00

ORCHESTRA SINFONICA G. ROSSINI
Giovanni Sollima violoncello
Salvatore Percacciolo direttore

Presentazione a cura di Simone Di Crescenzo

Musiche:
G. Rossini: Sinfonia da Tancredi
F. J. Haydn: Concerto n. 1 per violoncello e orchestra
M.Taralli: Elegia II
P. Marzocchi: Variazioni inverse

• Due mondi affiancati, quello del grande Classicismo viennese e il nostro tempo, con un grande solista sul palcoscenico. Il sinfonismo di Rossini si affianca al capolavoro di Haydn, uno dei cavalli di battaglia del virtuoso siciliano; mentre tutta dedicata al Novecento è la seconda parte dove protagonisti sono due compositori marchigiani del nostro tempo.
inizio pagina
febbraio 2012
Venerdì 17 febbraio 2012, ore 21.00

ORCHESTRA SINFONICA G. ROSSINI
Eddie Daniels clarinetto
Corrado Giuffredi clarinetto
Roberto Molinelli direttore

Musiche:
W. A. Mozart: Serenata Notturna K. 239 - Concerto per clarinetto e orchestra K. 622
A. Copland: Concerto per clarinetto e orchestra
R. Molinelli: da definire (Prima esecuzione assoluta) - Jazz Fantasy per 2 clarinetti e orchestra (arr. R. Molinelli)

• Il confronto tra due solisti, ciascuno grandissimo nel proprio genere, ci fa scoprire un clarinetto poliedrico e dalle risorse inesauribili. Un viaggio da Mozart a oggi per ribadire, grazie anche alla direzione e alle pagine di Molinelli, come nella grande musica non esistano barriere tra i generi.
inizio pagina
MARZO 2012
Venerdì 2 marzo 2012, ore 21.00

Giuseppe Albanese pianoforte

Musiche:
C. Debussy : Suite bergamasque ; Pour le Piano; L'isle joyeuse
B. Bartók: Szabadban (All’aria aperta)
F. Liszt: Réminiscences de Norma

• Giovane ma ormai affermato per la sua tecnica e la sua vasta formazione culturale, Albanese ci propone un viaggio negli autori che hanno segnato dal grande Romanticismo al Novecento, ciascuno alla propria epoca, un punto di riferimento fondamentale nella storia della letteratura e della scrittura pianistica.
Sabato 10 marzo 2012, ore 21.00

"BOSSO & GIROTTO LATIN MOOD"

Fabrizio Bosso tromba, flicorno
Javier Girotto sax soprano, baritono, percussioni
Natalio Mangalavite pianoforte
Luca Bulgarelli basso elettrico
Lorenzo Tucci batteria
Bruno Marcozzi percussioni

• Due artisti si incontrano sul terreno fertile dell’improvvisazione, mescolando così estetiche all’apparenza lontane come l’hard bop di Bosso e gli influssi latini di Girotto. Prenderà così vita, grazie a loro e agli altri solisti che li accompagneranno al Rossini una sintesi sonora completa, al di fuori di tutti gli schemi.
Mercoledì 28 marzo 2012, ore 21.00

ORCHESTRA FILARMONICA MARCHIGIANA
Gidon Kremer violino
Giedre Dirvanauskaite violoncello
GINTARAS RINKEVICIUS direttore

OMAGGIO A WOLDEMAR NELSSON

Musiche:
S. Barber Adagio per archi, op. 11
W. A. Mozart Sinfonia n. 41 in do magg. K. 551 “Jupiter”
J. Brahms Concerto per violino, violoncello e orchestra in la min., op. 102

• Sul palcoscenico del Teatro Rossini, assieme all'Orchestra Filarmonica Marchigiana, si esibirà un grande artista, il violinista Gidon Kremer con un omaggio a Woldemar Nelsson, primo direttore ospite della Form. La direzione della serata è affidata a Gintaras Rinkevicius, direttore Principale della Lithuanian Symphony Orchestra. Il concerto sarà presentato agli studenti del Liceo Classico Mamiani, nell'ambito del progetto A Scuola coi Grandi Maestri (ideato dall'Associazione Musa), dalla Prof.ssa Maria Chiara Mazzi.
inizio pagina
APRILE 2012
Venerdì 6 aprile 2012, ore 21.00

I FIATI DELL’ORCHESTRA SINFONICA G. ROSSINI
Noris Borgogelli direttore

Musiche:
W. A. Mozart: Serenata K. 361 “Gran Partita
A. Dvořák: Serenata per fiati op. 44

• L’OSR isola qui il reparto dei fiati, che diventano solisti, diretti da un artista completo e poliedrico capace di sottolineare tutti i risvolti di due pagine inconsuete ma affascinanti. Nel brano di Mozart la serenata da genere ‘leggero diventa opera d’arte, e in quello di Dvorák si trasforma in nostalgia verso il passato.
Sabato 14 aprile 2012, ore 21,00

ORCHESTRA FILARMONICA MARCHIGIANA
Giuseppe Andaloro pianoforte
Johannes Wildner direttore

“SCHUMANN E BRAHMS”

Musiche:
P. Marzocchi  nuova composizione
R. Schumann: Concerto per pianoforte e orchestra in la min.
J. Brahms: Serenata n. 1

• Un nuovo lavoro del nostro “artista in residence” si affianca a due momenti fondamentali della storia musicale romantica. Il concerto per pianoforte, affidato all’interpretazione di un giovane agguerritissimo solista, e la Serenata dove Brahms rivive nel sogno nostalgico gli ideali del Classicismo viennese.
Venerdì 20 aprile 2012, ore 21.00

LAURA MARZADORI violino
OLAF JOHN LANERI pianoforte

Musiche:
L.v. Beethoven: Sonata per violino e pianoforte op. 47 “À Kreutzer”
B. Bartok: Sonata n. 1

• Una giovanissima straordinaria solista, vincitrice dei premi più prestigiosi, si cimenta assieme a un pianista di grande esperienza in due pagine straordinarie del repertorio cameristico. Grazie alla voce del violino verranno affiancati un monumento del Classicismo viennese e un capolavoro del Novecento.
Domenica 22 aprile 2012, ore 18.00

DANILO REA PIANOFORTE

“PIANO SOLO”

• In uno dei suoi spettacoli più applauditi, Danilo Rea giunge al Rossini portando tutta la sua esperienza e il suo stile personalissimo, maturato attraverso una vasta ed internazionale carriera di jazzista e le scelte musicali oculate, ma sempre audaci e originali.
inizio pagina
MAGGIO 2012
Concerto rinviato a data da destinarsi
a causa di problemi di salute del Maestro Zimerman


Krystian Zimerman pianoforte

Musiche:
Claude Debussy

• Zimerman chiude la Stagione con un concerto che inaugura il suo tour italiano. Si tratta di un’occasione unica per ascoltare uno dei più grandi interpreti del mondo in un ‘monografico’ dedicato all’autore col quale la sua ricerca timbrica, la sua cultura musicale e la sua ineffabile bravura di artista trovano da sempre meravigliosa realizzazione.
Sabato 19 maggio 2012, ore 21.00

SPETTACOLO FUORI ABBONAMENTO

ROBERTO GATTO “REMEMBERING SHELLY

TRIBUTO A SHELLY MANNE
Concerto Jazz per il Lions Club

Roberto Gatto batteria
Luca Mannutza piano e tastiere
Max Ionata sax
Marco Tamburini tromba
Giuseppe Bassi contrabbasso

• Uno dei più grandi batteristi di oggi assieme al suo gruppo propone qui l’omaggio a uno dei più grandi batteristi del passato. Un evento che porta al Rossini i brani di un CD che ha riscosso uno straordinario successo e una viva ammirazione di pubblico e critica.
Martedì 29 maggio 2012, ore 21.00

SPETTACOLO FUORI ABBONAMENTO

MUSICA PER I DIRITTI UMANI - 2012
IL DIRITTO ALLA SALUTE

Con il patrocinio e il sostegno del Ministero della Pubblica Istruzione

Orchestra dell’Istituto Comprensivo “D. ALIGHIERI”
Orchestra dell’Istituto Comprensivo “G. GAUDIANO”
Ensemble
Human Rights orchestra - Pesaro

m° simone baiocchi direttore

Musiche:
Mozart, Marzocchi, Nielsen

• Il progetto ha come scopo quello di promuovere, attraverso la musica, la diffusione e la difesa dei diritti umani e contribuire quindi a creare nei giovani una nuova coscienza sociale, sopranazionale, interlinguistica e multiculturale, da attuare anche attraverso la collaborazione con associazioni che in questo ambito agiscono in prima linea. Inoltre obiettivo non secondario è quello di favorire la nascita e lo sviluppo di orchestre e cori provenienti dalle numerose Scuole Medie ad Indirizzo Musicale presenti in Italia.
inizio pagina
CALENDARIO Eventi :
ultimo aGGIORNAmento: 16 MAG 2012
  NOVEMBRE 2011
  DICEMBRE 2011
  GENNAIO 2012
  FEBBRAIO 2012
  MARZO 2012
  APRILE 2012
  MAGGIO 2012
A SCUOLA COI GRANDI MAESTRI
Progetto ideato dall’associazione MuSA
Musica Spettacolo Arte
in collaborazione con
Ente Concerti di Pesaro
A Scuola coi Grandi Maestri - Enteconcerti 2012
PER INFORMAZIONI
Ente Concerti
Palazzo Gradari Via Rossini
61121 Pesaro
Tel/Fax 0721 32482
info@enteconcerti.it
teatro CONCERTI
Teatro Rossini
Via Rossini, 24
61121 Pesaro (Italy)
La direzione si riserva di apportare al programma le variazioni imposte da ragioni tecniche o da cause di forza maggiore.
l'Ente concerti ringrazia
Banca Marche
Assindustria
Banca dell'Adriatico
Carifano Cassa di Risparmio di Fano
Galleria di Franca Mancini
Manifatture Gamba
Teva
MusicStorePesaro
Piero Guidi
Bar Margarita
Ristorante Bristolino
Roberto Valli Pianoforti
Azienda Agraria Fiorini
Strada dei Campioli - Foresteria Agrituristica Fiorini
Hotel Savoy
Hotel Vittoria
Alexander Museum Palace